Popular Posts las pequeñas imagenes

meneghino ©. Con la tecnología de Blogger.

Blogger templates

Blogger news

www.facebook.com/Meneghino-1241104175997286/

VERDE

correspondenciAs

conAdios · gArden ·· IO NON CAPITOZZO by Marcello Parisini ·· Non esiste alcuna ragione per capitozzare un albero · No existe alguna razón para podar un árbol. ·· Alex L. Shigo ·· John Muir ·· Albert Schweitzer ·· Discurso de Charles Chaplin en El Gran Dictador 1940 ·· Charlie Chaplin final speech in The Great Dictator ·· Charlie Chaplin, Il grande dittatore - Discorso all'umanità ·· Cake Gardenproject ·· "God has cared for these trees, saved them from drought, disease, avalanches, and a thousand tempests and floods. But he cannot save them from fools"

IO NON CAPITOZZO

"Luchemos por el mundo de la razón. Un mundo donde la ciencia, el progreso, nos conduzca a todos a la felicidad."
"Combattiamo per un mondo ragionevole. Un mondo in cui la scienza e il progresso diano a tutti gli uomini il benessere."

 El Gran Dictador - Charles Chaplin

"God has cared for these trees, saved them from drought, disease, avalanches, and a thousand tempests and floods. But he cannot save them from fools"
John Muir

“"Dio si è preso cura di questi alberi, li ha salvati dalla siccità, dalle malattie, dalle valanghe e da migliaia di tempeste e inondazioni. Ma non può salvarli dagli stupidi”".

Traduzione Marcello Parisini

"Dios cuidó y protegió estos arboles, los ha salvado de las sequías, de las enfermedades, de las avalanchas, de millones de tempestades e inundaciones. Pero no puede salvarlos de los estúpidos"  
Traducción tallermuse


Non esiste alcuna ragione per capitozzare un albero.

La capitozzatura non è il lavoro di un macellaio, professione rispettabilissima che richiede una accurata conoscenza dei tagli della carne, bensì l'opera di un aguzzino pronto a umiliare e torturare gli alberi per pochi soldi. 

Ogni anno in Italia decine di migliaia di alberi vengono massacrati da "esperti arboricoltori" armati di potentissime motoseghe e dotati di pochissimo cervello o di nessuna etica professionale e disposti a compiacere qualsiasi richiesta del cliente. 

La capitozzatura distrugge la dignità degli alberi e i loro sistemi difensivi, crea problemi strutturali e li predispone a rischi di rotture e schianto. 

Aiutaci a fermare questo massacro.
Stagione di potatura, stagione di capitozzi. Rivolgo un appello a tuti gli Arboricoltori.
Fate valere la vostra professionalità. Non capitozzate gli alberi ma potateli secondo necessità senza appiattirvi sulle richieste del cliente. Siete voi gli esperti e voi sapete cosa e come si deve fare. 
Se non vi sentite abbastanza sicuri approfondite le vostre conoscenze ed agite sempre nell'interesse degli alberi.

Non esiste alcuna ragione per capitozzare un albero.
by Marcello Parisini



Dottore agronomo, cofondatore e primo presidente della sezione italiana dell'international Society of Arboriculture (ISA)
Pioniere della moderna arboricoltura, è docente presso la Fondazione Minoprio.


SPA ·· Discurso de Charles Chaplin en El Gran Dictador 1940

Lo siento. 
Pero... yo no quiero ser emperador. Ese no es mi oficio.
No quiero gobernar y conquistar a nadie, sino ayudar a todos si fuera posible. Judíos o gentiles. Blancos o negros. 

Tenemos que ayudarnos los unos a los otros; los seres humanos somos así. 
Queremos hacer felices a los demás, no hacernos desgraciados. 
No queremos odiar ni despreciar a nadie. 
En este mundo hay sitio para todos y la buena tierra es rica y puede alimentar a todos los seres. 
El camino de la vida puede ser libre y hermoso, pero lo hemos perdido.

La codicia ha envenenado las almas, ha levantado barreras de odio, nos ha empujado hacia las miserias y las matanzas. 
Hemos progresado muy deprisa, pero nos hemos encarcelado a nosotros. 
El maquinismo, que crea abundancia, nos deja en la necesidad. 
Nuestro conocimiento nos ha hecho cínicos. Nuestra inteligencia, duros y secos. 
Pensamos demasiado, sentimos muy poco. 

Más que máquinas necesitamos  humanidad. 
Más que inteligencia, tener bondad y dulzura. 
Sin estas cualidades la vida será violenta, se perderá todo. 

Los aviones y la radio nos hacen sentirnos más cercanos. 
La verdadera naturaleza de estos inventos exige bondad humana, exige la hermandad universal que nos una a todos nosotros. 
Ahora mismo, mi voz llega a millones de seres en todo el mundo, millones de hombres desesperados, mujeres y niños, víctimas de un sistema que hace torturar a los hombres y encarcelar a gentes inocentes. 
A los que puedan oírme, les digo: no desesperéis. 
La desdicha que padecemos no es más que la pasajera codicia y la amargura de hombres que temen seguir el camino del progreso humano. 

El odio de los hombres pasará y caerán los dictadores, y el poder que se le quitó al pueblo se le reintegrará al pueblo, y, así, mientras el Hombre exista, la libertad no perecerá. 

Soldados...!!! 
No os rindáis a ésos hombres que en realidad os desprecian, os esclavizan, reglamentan vuestras vidas y os dicen qué tenéis que hacer, qué decir y qué sentir.
Os barren el cerebro, os ceban, os tratan como a ganado y como carne de cañón. 
No os entreguéis a estos individuos inhumanos, hombres máquina, con cerebros y corazones de máquina. 
Vosotros no sois máquinas, no sois ganado, sois Hombres. 
Lleváis el amor de la Humanidad en vuestros corazones, no el odio. Sólo los que no aman odian, los que nos aman y los inhumanos. 

Soldados...!!!
No luchéis por la esclavitud, sino por la libertad. 
En el capítulo 17 de San Lucas se lee: "El Reino de Dios no está en un hombre, ni en un grupo de hombres, sino en todos los hombres..." Vosotros los hombres tenéis el poder. 
El poder de crear máquinas, el poder de crear felicidad, el poder de hacer esta vida libre y hermosa y convertirla en una maravillosa aventura. 

En nombre de la democracia, utilicemos ese poder actuando todos unidos. Luchemos por un mundo nuevo, digno y noble que garantice a los hombres un trabajo, a la juventud un futuro y a la vejez seguridad. 

Con la promesa de esas cosas, las fieras alcanzaron el poder. Pero mintieron; no han cumplido sus promesas, ni nunca las cumplirán. Los dictadores son libres sólo ellos, pero esclavizan al pueblo. 

Luchemos ahora para hacer realidad lo prometido. Todos a luchar para liberar al mundo. Para derribar barreras nacionales, para eliminar la ambición, el odio y la intolerancia. 
Luchemos por el mundo de la razón. Un mundo donde la ciencia, el progreso, nos conduzca a todos a la felicidad.

Soldados...!!!
En nombre de la democracia, debemos unirnos todos...!!!


UK ·· English ·· Charlie Chaplin final speech in The Great Dictator

ITA ·· Charlie Chaplin, Il grande dittatore - Discorso all'umanità


Mi dispiace, ma io non voglio fare l'Imperatore: non è il mio mestiere; 
Non voglio governare né conquistare nessuno. Vorrei aiutare tutti, se possibile: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi. 
Tutti noi esseri umani dovremmo aiutarci sempre, dovremmo godere soltanto della felicità del prossimo, non odiarci e disprezzarci l'un l'altro. In questo mondo c'è posto per tutti. La natura è ricca, è sufficiente per tutti noi; la vita può essere felice e magnifica, ma noi lo abbiamo dimenticato. 
L'avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell'odio, ci ha condotti a passo d'oca fra le cose più abbiette. Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi. La macchina dell'abbondanza ci ha dato povertà; la scienza ci ha trasformato in cinici; l'avidità ci ha resi duri e cattivi; pensiamo troppo e sentiamo poco. 
Più che macchinari, ci serve umanità; più che abilità, ci serve bontà e gentilezza. 
Senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto. 
L'aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti; la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà nell'uomo, reclama la fratellanza universale, l'unione dell'umanità. Perfino ora la mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo, milioni di uomini, donne e bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di torturare e imprigionare gente innocente. 
A coloro che mi odono, io dico: non disperate! L'avidità che ci comanda è solamente un male passeggero, l'amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano. L'odio degli uomini scompare insieme ai dittatori e il potere che hanno tolto al popolo ritornerà al popolo e, qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa. 

Soldati..!!! 
Non cedete a dei bruti, uomini che vi disprezzano e vi sfruttano, che vi dicono come vivere, cosa fare, cosa dire, cosa pensare, che vi irreggimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie. Non vi consegnate a questa gente senza un'anima, uomini macchina, con macchine al posto del cervello e del cuore. Voi non siete macchine, voi non siete bestie: siete uomini!
Voi avete l'amore dell'umanità nel cuore, voi non odiate, coloro che odiano sono quelli che non hanno l'amore altrui. 
Soldati..!!! 
Non difendete la schiavitù, ma la libertà! Ricordate nel Vangelo di S. Luca è scritto: "Il Regno di Dio è nel cuore dell'uomo". Non di un solo uomo o di un gruppo di uomini, ma di tutti gli uomini. 
Voi! Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, la forza di creare la felicità. 
Voi, il popolo, avete la forza di fare che la vita sia bella e libera; di fare di questa vita una splendida avventura. Quindi, in nome della democrazia, usiamo questa forza. 
Uniamoci tutti! 
Combattiamo per un mondo nuovo che sia migliore! Che dia a tutti gli uomini lavoro; ai giovani un futuro; ai vecchi la sicurezza. 
Promettendovi queste cose dei bruti sono andati al potere, mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse, e mai lo faranno! I dittatori forse sono liberi perché rendono schiavo il popolo. 
Allora combattiamo per mantenere quelle promesse! 
Combattiamo per liberare il mondo, eliminando confini e barriere; eliminando l'avidità, l'odio e l'intolleranza. 
Combattiamo per un mondo ragionevole. Un mondo in cui la scienza e il progresso diano a tutti gli uomini il benessere. 
Soldati...!!! 
nel nome della democrazia, siate tutti uniti!


IO NON CAPITOZZO

"L'uomo ha perduto la capacità di prevedere e di prevenire. 

Andrà a finire che distruggerà la Terra"


"El hombre ha perdido la capacidad de prever y de prevenir. Llegará el día que destruirán la Tierra " 
Traducción tallermuse.

Al di là di ogni considerazione che possa riguardare gli alberi e la loro salute e dignità, "Se non lo faccio io lo farà un altro" non può essere una motivazione valida soprattutto quando parliamo  di "professionisti" dediti alla cura e alla cultura dell'albero.

Può darsi che nel breve periodo chi opera seguendo questa filosofia riesca ad acquisire qualche lavoro,  ma bisogna considerare che in questo modo il mercato viene aperto a tutti quei "disperati" disposti a massacrare un albero per una manciata di euro. 

Soprattutto in periodi di crisi non è bello dover competere con simili concorrenti.

Troverete sempre qualcuno disposto a lavorare a 1 euro in meno rispetto a voi.

Ricordatevi la differenza fra lo spacciatore di droga e il medico.

Lo spacciatore fornisce al cliente quello  che il cliente stesso gli richiede, il medico somministra al paziente quello di cui il paziente ha bisogno.
Citazone Alex L. Shigo




Come definirlo? 

tentativo di omicidio mal riuscito? lo show di un nastro d'accetta a Roma? potature spettacolari? fantasie dell'accetta? sta di fatto che l'erba cattiva non muore mai ... #greenblogger #green#comunediroma #serviziogiardini #cakegardenproject#blogger #italy #italiangreen #mastrodaccetta#quartiereprati — con @comunediroma.


by Cake Gardenproject

 Deve essere gran moda... Ligustro in via Paolo Emilio... civico 27, Bnp. Sigh

< >

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada